INTESA SAN PAOLO LOGO

 

 

Intesa Sanpaolo

piazza San Carlo, 156 - 10121 Torino (TO)
Sito web: https://www.intesasanpaolo.com/

 

 


Fin dai primi giorni dell’emergenza sanitaria, Intesa Sanpaolo ha operato con le autorità per individuare gli ospedali, le strutture sanitarie, i reparti di terapia intensiva, che più urgentemente avevano bisogno di risorse e materiali medicali, intervenendo a sostegno del Servizio Sanitario Nazionale attraverso la donazione di 100 milioni di euro al Commissario Straordinario per l’Emergenza Covid-19 in raccordo con il Dipartimento della Protezione Civile. Hanno beneficiato della donazione, una delle più ingenti in Europa, 16 strutture ospedaliere e 2 Covid Emergency Center di nuova creazione in otto regioni italiane: è stato possibile realizzare 36 nuovi reparti dedicati ai pazienti Covid nelle principali strutture ospedaliere del Paese e acquistare più di 3.000 apparecchiature medicali e diagnostiche e oltre 63 milioni di dispositivi di protezione individuale, quali mascherine, guanti, tute e camici. Gli interventi realizzati hanno contribuito alla cura dei malati e hanno rappresentato un aiuto concreto verso medici, infermieri, volontari e tutte le categorie impegnate nei servizi indispensabili con ventilatori,caschi, mascherine, guanti, tute, apparecchiature mediche, materiale sanitario. A questa donazione si è aggiunta quella a titolo personale del CEO Carlo Messina, dei top manager della Banca e dei componenti il CdA. È stata inoltre messa a disposizione del Dipartimento della Protezione Civile e di tante altre iniziative non profit la piattaforma di crowdfunding For Funding che ha raccolto 6 milioni di euro solo per progetti legati al contrasto del Covid. In Lombardia, la regione più colpita, Intesa Sanpaolo è intervenuta sostenendo a Milano la realizzazione del secondo padiglione del San Raffaele e 26 nuovi posti letto di terapia intensiva al Niguarda; all’Humanitas, sedi di Rozzano (Mi), Bergamo e Castellanza (VA) sono stati donati 67 monitor per parametri vitali collegati a pazienti con supporto ventilatorio invasivo in terapia intensiva, cinque monitor per parametri vitali collegati a pazienti con supporto ventilatorio, 20 postazioni per il monitoraggio a supporto ventilatori o di pazienti con caschimCPAP. Inoltre, all’Humanitas di Rozzano (Mi) è stata sostenuta la creazione di un Covid-19 Emergency Center prefabbricato nei pressi del Pronto Soccorso dell’Istituto Clinico. A questi si aggiungono il sostegno all’ospedale da campo dell’Associazione Nazionale Alpini alla Fiera di Bergamo e all’ospedale Papa Giovanni XXIII. Inoltre Eurizon, società di gestione del risparmio del Gruppo Intesa Sanpaolo, ha sostenuto con un contributo gli ospedali Fate bene fratelli Sacco di Milano e Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Anche all’ASST degli Spedali Civili di Brescia, una delle città più duramente colpite, è stata destinata una significativa erogazione liberale per l’acquisto di attrezzature e apparecchiature necessarie alla cura dei pazienti. La donazione sostiene anche il progetto internazionale Birth Against Covid finalizzato alla creazione di nuovi protocolli, test, training e proposte Against Covid finalizzato alla creazione di nuovi protocolli, test, training e proposte diagnostiche e terapeutiche relative al Covid-19 che consentirà importanti miglioramenti nel campo della diagnostica. Sempre nell’ambito del suo sostegno alla sanità italiana, Intesa Sanpaolo ha effettuato un’ulteriore donazione all’Ospedale Sacco di Milano: un sistema robotico che consente in pochi minuti la sanificazione avanzata di ambienti ospedalieri e in particolare delle sale operatorie da possibili depositi di Covid-19. Il contributo si aggiunge alle diverse collaborazioni in atto con l’ospedale milanese tra cui quella avviata con Intesa Sanpaolo Innovation Center, la società dedicata all'innovazione del Gruppo Intesa Sanpaolo, per il sequenziamento genomico e la mappatura geografica sul territorio nazionale del SARS-CoV-2 e la ricostruzione dell'origine e delle modalità di diffusione del virus tra la popolazione italiana. In Piemonte sono state individuate tre destinazioni. La prima all’Istituto di Candiolo IRCCS (Torino) per la realizzazione di un laboratorio per diagnostica e screening Covid-19 per gli enti pubblici. La seconda è stata destinata all’Asl Torino 3 per la fornitura di strumentazione e reagenti per la produzione di kit per la diagnosi. Del terzo intervento ha beneficiato l’Asl Torino 4 per l’acquisto di apparecchiature (centrale di monitoraggio, 8 monitor di terapia intensiva, 1 TAC e 11 apparecchi di anestesia) utilizzate per la gestione di pazienti Covid-19 e destinate alle tre strutture di rianimazione dei presidi ospedalieri di Ivrea, Chivasso, Ciriè. Della donazione hanno beneficiato la Regione Veneto per l’acquisto di apparecchiature e materiale medicale - monitor, ventilatori polmonari, caschi, pompe - per gli ospedali di Padova e Verona e per nove ULSS del territorio, e l’azienda ULSS 9 Scaligera di Verona che ha ricevuto dispositivi di sicurezza per medici e infermieri, nonché la Regione Emilia Romagna grazie al contributo a favore del Policlinico nonché la Regione Emilia Romagna grazie al contributo a favore del Policlinico Sant’Orsola-Malpighi di Bologna, con un sostegno destinato all’allestimento presso la struttura felsinea di ulteriori 20 posti letto di terapia intensiva. Rilevanti gli interventi anche nel Centro e nel Sud Italia. In particolare le donazioni hanno raggiunto il Campus Bio-Medico Università Roma per la conversione del DEA-Dipartimento di Emergenza e Accettazione in un Campus Covid Centercon 40 posti letto; l’Azienda Ospedaliera Dei Colli (Napoli) per la realizzazione dioltre 100 nuovi posti nell’Ospedale Cotugno e nell’Ospedale Monaldi; il Presidio ospedaliero - ASL Teramo per acquisizione di una TAC da collocare in un container esterno al Pronto Soccorso dell’ospedale Mazzini di Teramo per pazienti Covid-19; l’Ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento e l’Ospedale Giovanni Paolo II di Sciacca per 16 letti di terapia intensiva. Agli operatori sanitari - medici e infermieri - impegnati in prima linea Intesa Sanpaolo ha offerto corsi di formazione on line certificati sull’utilizzo dei dispositivi medicali realizzati dall’Università San Raffaele e Gruppo San Donato. Si tratta di un progetto promosso da Generation Italy e realizzato con la collaborazione di Sky Italia, FNOPI-Federazione Nazionale degli Ordini Professioni Infermieristiche e FNOMCeO - Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri, partner per l’erogazione del corso e l’accreditamento nazionale. Sono oltre 100mila gli infermieri e medici iscritti che hanno partecipato al corso. A questo si aggiunge il sostegno di Intesa Sanpaolo al progetto “Covid-19 - Il virus della paura”, una collana di corsi Consulcesi che rappresenta un valido strumento di formazione a diposizione dei professionisti sanitari per affrontare la pandemia e i suoi effetti. Questi interventi fanno parte dell’attività della Banca Questi interventi fanno parte dell’attività della Banca verso le comunità. Nel 2020 sono state infatti raddoppiate le donazioni a favore della sanità, del sociale e della cultura a 184 milioni di euro, anche per portare avanti quello che è il più grande piano in Italia di contrasto alla povertà distribuendo 17 milioni tra pasti, posti letto, farmaci e indumenti a sostegno di enti e associazioni caritative. A sostegno dell’economia reale e per venire incontro alle famiglie e alle imprese, il Gruppo si è attivato conulteriori iniziative quali moratorie, prestiti garantiti, accordi con associazioni di categoria e plafond ad hoc. Inoltre, per continuare a svolgere il ruolo di volano dell’economia reale e di acceleratore della crescita, Intesa Sanpaolo intende mettere a disposizione - nell’orizzonte del PNRR - oltre 400 miliardi di erogazioni a medio-lungo termine, di cui oltre 140 miliardi alle famiglie, circa 120 miliardi alle imprese con fatturato fino a 350 milioni e circa 150 miliardi a imprese con fatturato superiore a 350 milioni. Sono state avviate ulteriori iniziative e programmi sulle comunità e i territori a sostegno delle famiglie a basso reddito, piccole imprese in difficoltà con le spese correnti e con stringenti necessità di cassa per l’esercizio dell’attività imprenditoriale. Si tratta di prestiti in logica impact, con tassi molto molto bassi, lunghi tempi di restituzione e legati a obiettivi sociali. Intesa Sanpaolo dell’attività imprenditoriale. Si tratta di prestiti in logica impact, con tassi molto molto bassi, lunghi tempi di restituzione e legati a obiettivi sociali. Intesa Sanpaolo interviene anche nel sociale anche al fianco di tante associazioni e organizzazioni quali la Caritas, le Diocesi, gli Alpini e l’Arma dei Carabinieri. Il Fondo di beneficenza della Banca ha destinato 13 milioni di euro a progetti non profit legati al Covid e 2 milioni di euro alla ricerca medico-scientifica. A questo si aggiunge il contribuito con un importo di 750mila euro allo stanziamento per il bando promosso dalla Fondazione Cariparo, così come, a livello nazionale, ha messo a disposizione alcuni assegni di ricerca tramite la Divisione Insurance, destinati alle Università di Milano, Padova, Cattolica del Sacro Cuore di Roma e della Calabria, quattro eccellenze della ricerca scientifica, investendo sui giovani e sulla loro formazione, nonché sul futuro e il benessere della comunità. In linea con le numerose iniziative promosse dal Gruppo Intesa Sanpaolo, anche la Divisione Assicurativa si è attivata subito a favore degli assicurati mettendo in campo iniziative concrete a favore della clientela. Con riferimento alla clientela retail, in una prima fase sono state estese gratuitamente le coperture dei prodotti salute consentendo agli assicurati positivi al covid 19 di ricevere una diaria anche durante l’isolamento domiciliare e ai clienti ricoverati in terapia intensiva di ricevere un indennizzo di 2.000 o di 4.000 euro in base alla soluzione sottoscritta delle polizze XME Protezione. Sono state integrate le garanzie salute dei prodotti a tutela dei finanziamenti, sia per i lavoratori autonomi in caso di isolamento che per i pensionati, lavoratori del pubblico impiego o non lavoratori in caso di ricovero ospedaliero, consentendo di ottenere il rimborso delle rate di finanziamenti, mutui e prestiti in scadenza, senza applicazione di franchigie e carenze. Sono stati poi effettuati interventi senza costi aggiuntivi sulla polizza Proteggi Salute incrementando la diaria in caso di ricovero in struttura pubblica (da 105 a 150 euro al giorno) ovvero riconoscendo un importo fisso di 500 euro nel caso di isolamento domiciliare ed è stata estesa la copertura per Interventi Chirurgici del prodotto XME Protezione, riconoscendo anche in assenza di intervento chirurgico un importo di 2.000 o 4.000 euro a seconda del pacchetto sottoscritto. Infine, per i rinnovi tra il 1° luglio 2020 e il 30 giugno 2021 delle polizze auto che non hanno registrato sinistri è stato applicato uno sconto del 10% sul premio di polizza. Con riferimento alla clientela corporate, attraverso la collaborazione tra la rete di Banca dei Territori e Intesa Sanpaolo RBM Salute, sono state messe a disposizione delle aziende soluzioni assicurative per garantire un’adeguata protezione dei lavoratori e poi un rientro sicuro al lavoro. I piani sanitari dedicati agli imprenditori ed ai lavoratori hanno messo a disposizione, oltre all’indennità di ricovero, di terapia intensiva e da isolamento domiciliare, la possibilità di effettuare i test sierologici e i tamponi attraverso il network di strutture sanitarie convenzionate e, per i positivi, di beneficiare della consulenza da parte di un team di virologi dedicato e di percorsi specifici di riabilitazione respiratoria. La più recente iniziativa riguarda la polizza “Protezione Vaccini”, che protegge contro il rischio di reazioni avverse e efficacia parziale dei vaccini (anche tra una dose e l’altra), e “Protezione Vaccini Plus”, studiata per garantire alle aziende il supporto necessario alla gestione diretta delle vaccinazioni in favore del proprio personale.

 100eccellenze

 100progetti

 100ambasciatorinazionali

 100mete

© 2019 RDE sas | Piazza Guglielmo Marconi 15, 00144 Roma
P.Iva: 14270891006

Search

Cookie Policy

La presente Cookie Policy è relativa al sito www.riccardodellannaeditore.it (“Sito”) gestito e operato dalla RDE sas, con sede in Piazza G. Marconi, 15 - 00144 - Roma - RM (Italia). P.IVA 12808061001


I cookies sono piccoli file di testo inviati all'utente dal sito web visitato. Vengono memorizzati sull’hard disk del computer, consentendo in questo modo al sito web di riconoscere gli utenti e memorizzare determinate informazioni su di loro, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto.

Esistono diverse tipologie di cookies. Alcuni sono necessari per poter navigare sul Sito, altri hanno scopi diversi come garantire la sicurezza interna, amministrare il sistema, effettuare analisi statistiche, comprendere quali sono le sezioni del Sito che interessano maggiormente gli utenti o offrire una visita personalizzata del Sito.

Il Sito utilizza cookies tecnici e non di profilazione. Quanto precede si riferisce sia al computer dell’utente sia ad ogni altro dispositivo che l'utente può utilizzare per connettersi al Sito.

Cookies tecnici

I cookies tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio.

Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web.

Possono essere suddivisi in cookies di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookies analytics, assimilati ai cookies tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookies di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.


La disabilitazione dei cookies potrebbe limitare la possibilità di usare il Sito e impedire di beneficiare in pieno delle funzionalità e dei servizi presenti sul Sito. Per decidere quali accettare e quali rifiutare, è illustrata di seguito una descrizione dei cookies utilizzati sul Sito.

Tipologie di cookies utilizzati

Cookies di prima parte:

I cookies di prima parte (ovvero i cookies che appartengono al sito dell’editore che li ha creati) sono impostati dal sito web visitato dall'utente, il cui indirizzo compare nella finestra URL. L'utilizzo di tali cookies ci permette di far funzionare il sito in modo efficiente e di tracciare i modelli di comportamento dei visitatori.

Cookies di terzi:

I cookies di terzi sono impostati da un dominio differente da quello visitato dall'utente. Se un utente visita un sito e una società diversa invia l'informazione sfruttando quel sito, si è in presenza di cookies di terze parti.

Cookies di sessione:
I c.d. ‘cookies di sessione’ sono memorizzati temporaneamente e vengono cancellati quando l’utente chiude il browser. Se l’utente si registra al Sito, può utilizzare cookies che raccolgono dati personali al fine di identificare l’utente in occasione di visite successive e di facilitare l'accesso - login al Sito (per esempio conservando username e password dell’utente) e la navigazione sullo stesso. Inoltre Open Source Solutions utilizza i cookies per finalità di amministrazione del sistema. Il Sito potrebbe contenere link ad altri siti. Open Source Solutions non ha alcun accesso o controllo su cookies, web bacon e altre tecnologie di tracciamento usate sui siti di terzi cui l’utente può accedere dal Sito, sulla disponibilità, su qualsiasi contenuto e materiale che è pubblicato o ottenuto attraverso tali siti e sulle relative modalità di trattamento dei dati personali; Open Source Solutions a questo proposito, considerata la mole di tali siti terzi, declina espressamente ogni relativa responsabilità. L’utente dovrebbe verificare la privacy policy dei siti di terzi cui accede dal Sito per conoscere le condizioni applicabili al trattamento dei dati personali poiché la Privacy Policy di Open Source Solutions si applica solo al Sito come sopra definito.

Cookies persistenti:

I cookies persistenti sono memorizzati sul dispositivo degli utenti tra le sessioni del browser, consentendo di ricordare le preferenze o le azioni dell'utente in un sito. Possono essere utilizzati per diversi scopi, ad esempio per ricordare le preferenze e le scelte quando si utilizza il Sito.


Cookies essenziali: 

Questi cookies sono strettamente necessari per il funzionamento del Sito. Senza l'uso di tali cookies alcune parti del Sito non funzionerebbero. Comprendono, ad esempio, i cookies che consentono di accedere in aree protette del Sito. Questi cookies non raccolgono informazioni per scopi di marketing e non possono essere disattivati.

Cookies funzionali:

Questi cookies servono a riconoscere un utente che torna a visitare il Sito. Permettono di personalizzare i contenuti e ricordate le preferenze (ad esempio, la lingua selezionata o la regione). Questi cookies non raccolgono informazioni che possono identificare l'utente. Tutte le informazioni raccolte sono anonime.

Cookies di condivisone sui Social Network:

Questi cookies facilitano la condivisione dei contenuti del sito attraverso social network quali Facebook e Twitter. Per prendere visione delle rispettive privacy e cookies policies è possibile visitare i siti web dei social networks. Nel caso di Facebook e Twitter, l'utente può visitare https://www.facebook.com/help/cookies e https://twitter.com/privacy.

Nello specifico, si riporta di seguito la lista dei principali cookies utilizzati sul Sito e relative descrizioni e funzionalità, compresa la durata temporale.

1) Tipologia di Cookie Prima parte Funzionale
Provenienza Open Source Solutions
Finalità Recuperare le impostazioni dell'utente (salvare la sessione dell'utente e ricordare alcune impostazioni come le impostazioni di accessibilità)
Durata Cookie persistente
   
2) Tipologia di Cookie Prima parte - Funzionale
Provenienza Open Source Solutions
Finalità Memorizzare il luogo dell'utente e ricordare le impostazioni di lingua (in forma anonima)
   
3) Tipologia di Cookie Prima parte - Funzionale
Provenienza Open Source Solutions
Finalità Personalizzare il contenuto della pagina a seconda del dispositivo utilizzato dall'utente, delle sue scelte e delle impostazioni (in forma anonima)



Come modificare le impostazioni sui cookies

La maggior parte dei browser accetta automaticamente i cookies, ma l’utente normalmente può modificare le impostazioni per disabilitare tale funzione. E' possibile bloccare tutte le tipologie di cookies, oppure accettare di riceverne soltanto alcuni e disabilitarne altri. La sezione "Opzioni" o "Preferenze" nel menu del browser permettono di evitare di ricevere cookies e altre tecnologie di tracciamento utente, e come ottenere notifica dal browser dell’attivazione di queste tecnologie. In alternativa, è anche possibile consultare la sezione “Aiuto” della barra degli strumenti presente nella maggior parte dei browser.


E' anche possibile selezionare il browser che utilizzato dalla lista di seguito e seguire le istruzioni: - Internet Explorer; - Chrome; - Safari; - Firefox; - Opera. Da dispositivo mobile: - Android; - Safari; - Windows Phone; - Blackberry.

Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio offerto da Open Source Solutions.